Loading...

Equitazione per disabili

I corsi di equitazione proposti vengono personalizzati sulla base delle caratteristiche dei singoli partecipanti. Originalità di questa disciplina è data dalla coesistenza di una attività fisica con una attività relazionale con l’animale.

A chi è rivolta l’attività

Il corso è rivolto sia a soggetti caratterizzati da deficit intellettivi o relazionali che a persone affette da disabilità motorie e difficoltà di carattere comportamentale.

E’ particolarmente indicato per i bambini o giovani affetti da disturbi pervasivi dello sviluppo, autismo, deficit dell’attenzione e sindrome di Down.

Come funziona il corso

L’approccio varia in base alle necessità e caratteristiche del praticante:

  • sul piano fisico: la semplice attività di passo, unita a specifici esercizi, contribuisce a correggere schemi posturali patologici e a migliorare i sistemi di equilibrio e coordinazione dei movimenti;
  • sul piano psicologico: il cavallo, permette l’instaurarsi di una comunicazione con il cavaliere, densa di emozioni nuove con cui confrontarsi. Si realizzano anche i cosiddetti “lavori a terra???, con l’obiettivo di prendersi cura del cavallo e conoscerlo.

Quando vengono raggiunte sufficienti competenze tecniche che garantiscono una buona gestione del cavallo può essere incentivata la partecipazione a manifestazioni ludico-sportive di Special Olympics se il cavaliere dimostra interesse a questo tipo di iniziative.

Le lezioni si realizzano prevalentemente in rapporto 1:1, dove il tecnico, coadiuvato dall’assistente che gestisce a mano il cavallo, impartisce non solo i primi rudimenti dell’equitazione, ma lo mette in condizione di sviluppare una serie di abilità.

L’iscrizione

Per maggiori informazioni ed iscrizioni:
Lambruschi Roberto (email: roberto.lambruschi@equitabile.it – tel: 339.3783994)

Più info

Lambruschi Roberto – 339 3783994 – roberto.lambruschi@equitabile.it

E’ particolarmente indicato per i bambini o giovani affetti da disturbi pervasivi dello sviluppo, autismo, deficit dell’attenzione e sindrome di Down.

Altre discipline

Galleria immagini